Vulcano dell’Etna al baccalà e ricotta

Oggi vi presento un piatto inventato da me: Vulcano dell’Etna al baccalà e ricotta

Quando mi impegno faccio dei piatti che esaltano il territorio siciliano.
Questo piatto rappresenta l’incontro tra la terra e il mare, “U ciauru ro baccalà ca si spusa cu lu ciauru ro finocchiettu e la ricotta, chista e la storia ri stu piattu.”

Ingredienti per 4 persone

Gr. 400 tagliatelle
Gr. 250 baccalà
Gr. 50 finocchietto selvatico
Gr. 100 ricotta di mucca
Gr. 100 pomodoro ciliegino
Olio FrantoioCovato q.b.
N. 1 spicchio d’aglio
Un pizzico di pepe bianco
Mezzo bicchiere di vino Cataratto

Procedimento

Sbollentare in un pentolino il baccalà, quando si fredda spinatelo e fatelo a pezzettini.

Prendete il finocchietto e l’aglio, aggiungete l’olio e frullate fino ad ottenere un pesto.

Prendete la padella rosolate uno spicchio d’aglio, aggiungete il pomodoro pachino ed il baccalà, rosolate per un paio di minuti.
Solo adesso potete aggiungere il vino ed il pesto.

Cuocete le tagliatelle a parte, vi raccomando solo mezza cottura, adesso potete aggiungerle in padella e solo adesso potete mettere la ricotta, spadellate giusto il tempo che si amalgama tutto.

Il piatto Vulcano dell’Etna al baccalà e ricotta è pronto, buon appetito!

Ricetta: Antonio Ferrara

Vulcano dell'Etna al baccalà e ricotta
Vulcano dell’Etna al baccalà e ricotta. http://sicilyride.com/

Share :

Twitter
Telegram
WhatsApp

Join The Ride

Subscribe to our fortnightly newsletter with stories from our latest adventures and the best travel tips

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

More Adventures

Polpette di gambero rosso di Mazzara

Oggi vi propongo una ricetta da leccarsi i baffi, le Polpette di gambero rosso di Mazzara. Dire che sono una prelibatezza è poco, da gustare

Siracusa- Le sue radici

Oggi vi parlo della città di Siracusa e delle sue radici che risalgono al 734-733 a.c. quando i Corinti guidati dal nobile Archia di origine