Borgo di Marzamemi

Share on facebook
Share on pinterest
Share on whatsapp

La parte orientale della Sicilia nasconde una rara bellezza come pochi al mondo; Marzamemi, un Borgo antico di pescatori fatto di casette quasi sommerse delle acque del mar Jonio dove il tempo si è fermato tra il canto dei tonnatori e le tonnare che ancora raccontano le gesta di quei pescatori che tutti gli anni eseguivano lo stesso rituale sacro “ la mattanza “, assai cruenta per alcuni fatta da fiocine che alzavano i tonni catturati nella camera della morte ( cosi si chiamava la rete che concentrava le rotte dei tonni all’interno di una grande camera fatta a sua volta di reti) per essere messi nelle barche, per poi finire nelle tonnare.
Qui spettava alle donne finire il lavoro iniziato dai loro mariti, sezionare il tonno e cuocerlo per poi metterlo sott’olio oppure sotto sale.
Picchi ro tunnu nun si ittava nenti dalla testa finu alla cura , chista era la fine ru tunnu cu lu piscava e cu lu cunzava. Marzamemi va vissuta, non visitata picchi se no’ nun c è bisognu mancu di veniri, cu veni; a trasiri ca punta re peri comu se forra npostu sacru, ca si trasi e si nesci dopu ca sa caputu unni a tu trasutu.

Articolo e citazione: Antonio Ferrara

www.sicilyride.com